Bitcoin – Cosa sono e come iniziare a capire meglio

Cosa sono i Bitcoin?

Bella domanda! In internet trovate un bel po’ di materiale con spiegato cosa sono e perché sono interessanti. Il nostro obiettivo non è quello di dare una risposta completa ed esaustiva e tanto meno tecnica. Ma ci meravigliamo di alcune cose, e per cercare di spiegare meglio i motivi per cui siamo affascinati dalle criptovalute, abbiamo bisogno di qualche punto fermo. Cominciamo!

I Bitcoin sono moneta virtuale: cosa vuol dire? Vuol dire che non esistono se non sotto forma di codice in qualche pc. Il loro valore non è generato da qualche controvalore, come poteva essere la riserva aurea dei singoli stati parecchi anni fa, ma semplicemente dal fatto che i bitcoin sono un numero preciso e finito.

Quindi la domanda “Vuoi un bitcoin? Quando mi dai per averlo?” ha generato il loro valore attuale.

Attualmente valgono circa 600$ o 520 € ma il bitcoin ha importanti variazioni di prezzo nel corso del tempo, certe volte ci sono variazioni importanti nel corso di ore,  si dice che è molto “volatile” in gergo tecnico finanziario.

I bitcoin hanno diversi aspetti rivoluzionari. Quello più importante è la Blockchain, cioè un insieme di transazioni che determinano dove e come i bitcoin si spostano. La cosa interessante è la blockchain non viene depositata nella “banca centrale dei bitcoin” ma in qualsiasi pc dotato di un software gratuito che permette, appunto, di ricevere gli aggiornamenti e di distribuirli.

Questo aspetto è la parte davvero rivoluzionario dei bitcoin. La blockchain rappresenta una evoluzione non solo dal punto di vista economico ma applicabile in moltissimi ambiti. Vi faccio un esempio:

Voi comprate una casa. Invece del notaio andate in un posto dove ascoltano la vostra conversazione con il venditore della casa, e il vostro accordo. Gli ascoltatori prendono nota che voi avete comprato casa per 1000 € dal sig. Tizio. Queste note vengono poi replicate e replicate ancora in tutto il mondo poi impachettate in blocchi che tutti possono vedere. Se ad un certo punto io volessi sapere se Tizio ha venduto una casa e a chi basterebbe semplicemente cercare l’informazioni in questa catena di blocchi. Appunto la blockchain.

Perché è rivoluzionario? Perché i notai non servono più. Già questo sarebbe rivoluzionario non credete? E se facessimo lo stesso con i soldi? Pensiamoci un secondo…
E’ la vostra banca che sa quanti soldi avete nel conto. E la vostra banca che certifica i movimenti. Se fate un assegno è la vostra banca che permette al denaro di essere spostato da un conto all’altro. E…. se come i notai dell’esempio di prima la banca non servisse più?
Una applicazione della blockchain in campo finanziario e nello specifico della moneta di fatto abolirebbe il problema della certificazione delle transazioni. Le banche come depositi e autorità di certificazione del credito non avrebbero più senso.

Di fatto ogni persona, con il supporto di una blockchain,potrebbe essere l’unica depositaria del  proprio conto. Potrebbe essere la propria banca.

Bene abbiamo visto un po’ come funzionano i Bitcoin e capito cos’è la Blockchain. Ma è sicura? Cioè non è che un deliquente può rubarci i nostri bitcoin? La blockchain per evitare compromissioni è farcita di tutta una serie incredibile di crittografia. Quindi la risposta è si. E’ molto, ma molto, sicura. Bitcoin-cose

Naturalmente come un ladro può rubare i soldi dalla vostra tasca, oppure rubare i soldi nel furgone del porta valore o clonarvi il bancomat anche con i bitcoin possono esistere questi problemi. Ma i bitcoin non si possono falsificare.

Ma i bitcoin dove si mettono? Semplice. Basta aprire un portafoglio digitale chiamato semplicemente wallet (appunto portafoglio). Ogni portafoglio è caratterizzato da un indirizzo univoco e quindi basterà che qualcuno vi spedisca dei bitcoin a quell’indirizzo per averli. E da li potrete spenderli, investirli insomma farci tutto quello che volete. Come un bonifico. Solo che costa molto meno. Molto meno. E non ci mette due giorni per arrivare ma di solito al massimo una o due ore (ci sono delle variabili ma ne parleremo).

Ma i Bitcoin dove si trovano? I bitcoin vengono generati attraverso complesse procedure matematiche in gergo si dice “mining” quindi vengono estratti come i minatori estraggono l’oro dalle montagne. Le procedure per l’estrazione sono sempre più complesse man mano che si estraggono i bitcoin nuovi rendendo sempre più difficile l’inserimento di nuove monete nel circuito.
Una volta bastava un pc per minare i bitcoin, adesso servono complesse apparecchiature per generarne di nuovi e i costi di acquisto e gestione di questi dispositivi  (la stessa corrente elettrica) sono diventati importanti.

Il numero di Bitcoin che è possibile estrarre sono 21 milioni e non uno di più. Attualmente ne sono estratti circa 15 milioni.

Capito un po’ meglio cos’è un bitcoin? Seguite questa sezione del sito “introduzione” cercheremo di spiegare e ragionare su ogni singolo argomento.

Se avete qualche domanda.. non esitate a commentare vi risponderemo prima possibile!

Be the first to comment on "Bitcoin – Cosa sono e come iniziare a capire meglio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*